NORMATIVA UFI COME RIMANERE COMPLIANT

FOCUS ON

La nuova era della Sicurezza Chimica:
l'obbligo del Codice UFI

L’Unione Europea sta compiendo significativi progressi nella protezione dei consumatori e dei lavoratori grazie al Regolamento CLP (Classification, Labelling and Packaging), aggiornato recentemente dal Regolamento UE 2017/542. Questa normativa richiede che entro il 2025 tutti i prodotti classificati come pericolosi, con rischi per la salute o per l’incolumità delle persone, includano il codice UFI (Unique Formula Identifier) sulle etichette.

AUTORE

Redazione ZANASI

Reparto Marketing

Indice contenuti

  • test

Contesto Normativo

Il Regolamento CLP dell’Unione Europea è un quadro normativo essenziale per la classificazione, l’etichettatura e l’imballaggio delle sostanze e delle miscele chimiche. Il suo obiettivo principale è garantire che i rischi associati ai prodotti chimici siano chiaramente comunicati attraverso etichette standardizzate e pittogrammi di pericolo.
Nel 2017, il Regolamento UE 2017/542 ha introdotto ulteriori modifiche al CLP, richiedendo l’implementazione del codice UFI per migliorare ulteriormente la sicurezza e la tracciabilità dei prodotti chimici pericolosi.

Prima dell’introduzione dell’UFI, esisteva una notevole difficoltà nel tracciare e gestire informazioni precise sui componenti chimici dei prodotti, soprattutto in caso di emergenze mediche o di esposizione accidentale. La mancanza di un sistema univoco rendeva complessa la comunicazione tra produttori, centri antiveleni e le autorità regolatorie.

Ma cos’è esattamente l’UFI, e perché le aziende dovrebbero prestare attenzione a questa sigla?

Cos'è l’UFI?

L’UFI, acronimo di “Unique Formula Identifier” (Identificatore Unico di Formula), è un codice alfanumerico di 16 caratteri assegnato a ogni miscela e sostanza chimica.
Questo codice
è obbligatorio sull’etichetta di tutti i prodotti considerati pericolosi e consente di collegare rapidamente e precisamente una specifica miscela alle informazioni pertinenti sulla sua composizione e sui potenziali rischi associati.
La presenza dell’UFI migliora la tracciabilità dei prodotti chimici sul mercato, contribuendo ad aumentare la sicurezza sia dei lavoratori che dei consumatori.

Marcatura_UFI

L’acronimo UFI deve figurare in lettere maiuscole ed essere seguito da due punti e
un codice alfanumerico di 16 caratteri.

Implicazioni per i Produttori

L’obbligo di includere l’UFI sulle etichette impone una serie di adeguamenti per i produttori di miscele chimiche: ogni prodotto chimico, sia per uso professionale che per i consumatori, classificato come pericoloso per la salute o per l’ambiente, deve essere registrato con un UFI univoco. Questo processo richiede una pianificazione accurata e l’aggiornamento dei sistemi di gestione delle informazioni sui prodotti:

  • Etichettatura: i produttori devono aggiornare le etichette dei loro prodotti per includere un UFI,
    che sia facilmente leggibile e accessibile.
  • Schede di Dati di Sicurezza (SDS): devono essere aggiornate per riflettere l’inclusione dell’UFI.
  • Notifica ai Centri Antiveleni: i produttori devono notificare l’UFI e altre informazioni pertinenti
    tramite il sistema di notifiche PCN (Poison Centre Notification), prima di immettere i prodotti sul mercato.

COME GENERARE IL CODICE UFI


Le aziende possono generare il codice UFI utilizzando lo strumento online disponibile sul sito web dell’ ECHA (Agenzia Europea per le Sostanze Chimiche), accessibile in 23 lingue.
Questo strumento utilizza un algoritmo specifico che combina il numero di partita del produttore e l’identificativo fiscale dell’azienda, garantendo così l’unicità del codice per ogni formula di prodotto.

 

 

Non ci sono requisiti specifici riguardanti il tipo e la dimensione dei caratteri.
L’
UFI deve essere collocato sull’etichetta del prodotto in modo che sia chiaramente visibile e leggibile.

LE SCADENZE

1° gennaio 2020: miscele destinate al consumo.

1° gennaio 2021: miscele destinate all’uso professionale.

1° gennaio 2024: miscele destinate all’uso industriale.

1° gennaio 2025: entro questa data, tutte le miscele già immesse sul mercato e classificate come pericolose devono essere conformi e includere il codice UFI sulle etichette.

Vantaggi per la Sicurezza dei Consumatori

Croce-medica_rev,2

L’introduzione dell’UFI sulle etichette dei prodotti chimici pericolosi comporta numerosi vantaggi per la sicurezza dei consumatori.
In caso di emergenza, i centri antiveleni possono accedere rapidamente a informazioni dettagliate sulla composizione del prodotto, migliorando la tempestività e l’efficacia della risposta. Inoltre, la tracciabilità dei prodotti chimici lungo la catena di approvvigionamento è potenziata, riducendo il rischio di errori e migliorando la gestione delle emergenze.

Soluzioni di Marcatura Inkjet ZANASI: la risposta alla Normativa UFI

Oltre alla la preferenza di molti produttori per la pre-stampa del codice UFI sul packaging o sull’etichetta, i sistemi di marcatura ZANASI sono progettati per poter stampare il codice UFI sull’etichetta stessa o su qualsiasi tipo di substrato. La tecnologia avanzata dei sistemi inkjet ZANASI assicura una codifica precisa e conforme, non solo rispettando i requisiti del codice UFI, ma anche gestendo codifiche variabili come lotti, date di scadenza, codici a barre e QR code scannerizzabili. Ogni elemento si integra perfettamente con la grafica dell’etichetta e del packaging, garantendo la sicurezza e la tracciabilità dei prodotti chimici.

Scopri le soluzioni e la tecnologia adatta alla tua applicazione!

Per saperne di più, compila il form e mettiti in contatto con i nostri esperti!

Compila il form

LEGGI ANCHE

Normativa UFI

Questa normativa richiede che entro il 2025 tutti i prodotti classificati come pericolosi, con rischi per la salute o per l’incolumità delle persone, includano il codice UFI (Unique Formula Identifier) sulle etichette. […]

Leggi di più
Il ruolo del sistema di marcatura nell’Industria 4.0

Per rispondere ai requisiti dell’Industria 4.0, ZANASI ha dotato i suoi sistemi di marcatura inkjet di connessioni multiple che possono essere attivate ed estese in base ai diversi dispositivi presenti in linea. […]

Leggi di più
ZANASI a PROPAK PHILIPPINES 2024

Scopri le soluzioni di marcatura flessibili e modulari ZANASI per la marcatura del packaging primario e secondario, a ProPack Philippines – Stand B28 […]

Leggi di più
ZANASI sponsor al Convegno di Conlegno Salerno 2023

ZANASI sponsor al convegno Conlegno di Salerno del 1 dicembre, presso San Severino Park Hotel di San Severino (SA) […]

Leggi di più